Ciao! Ti diamo il benvenuto sul blog di Think1816 con un nuovo articolo dedicato all’Intelligenza Artificiale.
L’AI può essere ingannata, in ambito HR? Sembrerebbe di sì, secondo un articolo di HR LINK: vediamo come.

Cos’è il white fonting?

L’Intelligenza Artificiale viene sempre più utilizzata in ogni ambito lavorativo, anche nei processi di assunzione. Tuttavia, i candidati potrebbero ingannare l’AI per “tirare l’acqua al proprio mulino”… Ma in che modo?

In questo periodo si sta diffondendo il “trucchetto” del white fonting (letteralmente “parole fantasma” in italiano), una tecnica che permette di confondere l’Intelligenza Artificiale durante il recruiting.
Il white fonting è in grado di mettere in evidenza il CV del candidato, anche quando questo non è provvisto delle qualità e delle competenze che l’azienda sta cercando.

Come funziona? È presto detto. Il candidato “imbroglia” l’Intelligenza Artificiale inserendo in testa al curriculum una serie di parole chiave che descrivono la posizione ricercata, aggiungendole usando il colore bianco: in questo modo l’occhio umano non potrà vederle, ma l’AI le leggerà comunque.

La tecnica del white fonting funziona?

Effettivamente il white fonting riesce ad ingannare l’Intelligenza Artificiale, ma questo stratagemma può funzionare solo nella primissima fase di recruiting: raggirare l’AI può essere semplice (almeno per ora), ma un addetto HR qualificato lo vede da sé se un CV è adatto alla posizione ricercata oppure no.
Inoltre le Risorse Umane possono accorgersi del trucco e, in questo caso, la posizione del candidato è irrimediabilmente compromessa: del resto, nessuna azienda assumerebbe qualcuno che ha cercato di ingannarli.

Perché i candidati usano il white fonting?

In un mondo in cui il tasso di disoccupazione non accenna a diminuire e sempre più persone sono in cerca di lavoro, la competizione è altissima e per questo motivo aumentano i candidati che tentano di confondere l’Intelligenza Artificiale nella prima fase di scrematura del recruiting.

Per questo è necessario, in ambito Risorse Umane, fare attenzione a non ritrovarsi con CV che non rispecchiamo l’aspettativa dell’azienda. L’Intelligenza Artificiale è sicuramente uno strumento utile, ma il ruolo del personale HR deve rimanere attivo in tutte le fasi del processo di assunzione, anche nelle prime.

Vuoi sapere in che modo l’Intelligenza Artificiale può davvero aiutare il lavoro delle Risorse Umane? Contattaci per migliorare il tuo processo di recruiting… senza trucchi!

Scarica i contenuti gratuiti!

 

Tagged with: , , , ,